Italiano   
          
Tassa di soggiorno
Chi Siamo
Dove siamo
Rassegna stampa
Lavoro
Notizie ed eventi
Link
Contatti
Area riservata

Meteo Bibione
by ABA - il Meteo
Dettaglio 20-01-2012
Tassa di soggiorno

COMUNICATO STAMPA

Le associazioni albergatori della spiagge veneziane (Jesolo, Bibione, Caorle, e Sottomarina), una volta conosciute le linee generali della manovra finanziaria varata ieri dal governo "Monti", si sono riunite nella giornata odierna - con urgenza - per valutare l'impatto che detta manovra avrà sul comparto turistico ricettivo alberghiero.

Nel corso dell'incontro, pur consapevoli che il momento storico impone sacrifici che anche il nostro comparto deve poter sostenere, sono emerse gravi preoccupazioni per le ripercussioni che la manovra avrà sulla competitività di un settore fortemente esposto alla concorrenza di alcuni Paesi che, pur in difficoltà, hanno invece varato - anche di recente - misure volte ad accrescere l'appeal della ricchezza principale del proprio Paese: il turismo appunto.

Da noi invece, un aumento del 2% sulle aliquote IVA (quella alberghiera dal 1° luglio passerà al 12%), comporterà un ulteriore allargamento della forbice che ci separa da alcuni importanti Paesi turistici (Francia 5,5%, Spagna al 7% solo per fare alcuni esempi), nostri competitors.

A questa riduzione della competitività, va poi sommata la ripercussione negativa derivante da un aumento anche dell'aliquota IVA ordinaria (che passerà al 23%).

A ciò va aggiunto l'aumento del 60% delle rendite catastali e l'onere (mediamente un 1%) derivante da una maggiore utilizzazione delle "transazioni elettroniche" (conseguenza dell'abbassamento del limite per il pagamento in contanti da € 2.500 ad € 1.000).

Come se ciò non bastasse, va tenuto in debito conto che - avendo gli alberghi già sottoscritto (in luglio) i contratti con i T.O. e denunciato nell'ottobre scorso i prezzi 2012 comprensivi delle imposte, l'insieme delle misure adottate dal governo Monti, finiranno per incidere in misura insostenibile sulla marginalità operativa, peraltro già da tempo fortemente erosa.

La logica conseguenza di questi preoccupanti scenari sarà l'impossibilità di ammodernare le aziende con conseguente impoverimento del patrimonio turistico locale e - questo è certo - gravi ripercussioni anche sul fronte dell'occupazione e dell'indotto locale.

E mentre si auspica che nella fase di conversione del decreto, alcune misure possano essere "ammorbidite", dall'altro non si può non evidenziare che – allo stato – si aprono nuovi scenari economici che dovrebbero far riflettere anche le amministrazioni comunali sull'opportunità di abbandonare definitivamente la ventilata ipotesi di istituire la tassa di soggiorno.

L'introduzione dell'IMU a partire dal 1° gennaio 2012, consentirà – infatti – alle amministrazioni comunali di far fronte ai fabbisogni finanziari per gli anni a venire, anche in presenza di un ulteriore ridimensionamento di trasferimenti statali.

La riunione si è chiusa con l'auspicio che a livello nazionale la categoria riesca a far comprendere la difficoltà che le aziende si troverebbero ad affrontare per il mantenimento delle quote di mercato, ed al tempo stesso è stato manifestato l'intento di verificare la possibilità che si possa fissare - quanto prima - un incontro congiunto con tutte le amministrazioni comunali per un confronto sulla fiscalità locale ed un esame sul futuro di un comparto su cui si fonda l'economia delle rispettive località.

Lido di Jesolo 5/12/2011

Associazione Jesolana Albergatori

Associazione Bibionese Albergatori

Associazione albergatori di Caorle

Associazione di Chioggia Sottomarina

<< Back  




Photo
  F.A.Q Stampa
© Copyright 2005. Tutti i diritti riservati.  P.I. 01649050273 Credits
Verifica disponibilita´
    • Applica Cancel
    • Unkown error type: [2] mysql_connect(): Access denied for user 'absabavi_usread'@'10.0.200.1' (using password: YES)